martedì 10 dicembre 2013

Nuovi scenari politici in India?

Cosa succede in India? Le recenti elezioni a Delhi hanno portato un clima di incertezza e sospensione. Non si è riusciti a stabilire una maggiornza solida  ma, con rammarico, si segnala la inesorabile, e neanche tanto lenta, discesa del Congress a fronte della  rapida e inverosimile ascesa del BjP.
Cosa attira tanto del leader Modi? A livello internazionale ci si può sempre chiedere come certi leader dal  tetro passato, nenache tanto malcelato, riescano a garantirsi i consensi generici. Complice del successo di Modi è forse più la stanchezza verso una politica ripetitiva, fallimentare e poco motivata al cambiamento. Non diciamo nenache "corrotta" perchè quello della corruzione è un elemento tipicamente indiano, un po' come il masala. Certo che la sessantasettenne  Signora Gandhi ha perso lustro, appare stanca e demotivata. Ancora non  è ben chiaro inoltre se a seguire le impronte di famiglia sarà Rahul o la figlia Pryianka.  L'erede Rahul appare insicuro  e poco idoneo alla politica, un po' come suo padre.  Pryianka, seppur molto preparata, ha  su di sè ombre non trascurabili legate alle attività più o meno illecite di suo marito Robert Vadra.
 Tutta questa incertezza fa forse direzionare verso idee forti e estreme come quelle del partito nazionalista hindu.  Ma si può  dimenticare la violenza del  2002 in Gujarat? Si può forse dimenticare chi ne fu responsabile "direttamente" o indirettamente?
A emergere, a Delhi, è però il nuovo volto politico dell' Aam Aadmi Party  (il nome è tutto un programma) del provocatore Arvind Kejriwal che irrompe sulla scena con la sua jharu, la ramazza di paglia indiana. C'è bisogno di pulizia ed ordine in India, sotto tutti i punti di vista! . La jharu, però, ha una caratteristica: alza tanta polvere ma tendenzialmente, anche dopo grande impegno di chi la usa, la lascia dov'è. Tanto rumore per nulla? (immagini dal web)

5 commenti:

Elisa Chiodarelli ha detto...

interessante questo Aam Admi Party, leggendo il loro manifesto e mi sembra di trovare qualche eco 5 stelle ...
mah! E il nostro Modi, così severo e intransigente? Mi sembra che anche in India si debba andare per esclusione...
baci:-

Clara ha detto...

Modi è un assassino, responsabile del massacro di Godra, Gujarat 2002. Purtroppo qui si torna indietro: proprio oggi è stato ripristinato il *crimine* dell'omosessualità... Indignazione e proteste ovunque. L'amore cosidetto "criminale" si paga con l'ergastolo.
Aam Admi è un bel partito, il leader è in gamba. Saluti a tutte e 2 da Mumbai

Sonia.namaste Namaste ha detto...

Condivido le opiniioni su Modi e non mi spiego tutto il successo che ha in India. Tra gli amici indiani sembra essere l'unica soluzione possibile Andiamo bene eh! Il nuovo partito è molto grillino. Consideriamo però che fine ha fatto Grillo. Sono un po' preoccupata, e un po' delusa.
Delusa anche dalle decisioni sull'omosessualità . Sembra essere tornati al De profundis di Wilde!!!!

Clara ha detto...

Sì, ieri leggendo i giornali e sentendo anche i pareri... che dire, profondo Medio Evo... Criminalizzare l'amore, le scelte. Anche molti miei amici indiani, dicono che Modi è l'unica scelta.

Sonia.namaste Namaste ha detto...

...che amarezza.....
Se Modi è il meglio pensa cosa può essere il peggio!!!!!!