lunedì 14 novembre 2011

L'Asia si muove




"Gli Stati Uniti e l'Europa sono divisi dalla cultura della paura.
Il mondo islamico è intrappolato nella cultura dell'umiliazione.
L'Asia è accesa dalla cultura della speranza"
                                 
                                                                          (D.Moisi)

5 commenti:

Clara ha detto...

Bellissimo! E noi accendiamo i nostri piccoli cuori con il grande cuore immenso dell'Asia. Un abbraccio

Ilaria Pedra ha detto...

vengo dal blog di Clara, qui sopra.
Volevo fare la ola per tuo suocero! baci

sonia.namaste ha detto...

Grazie cara. Purtroppo è lontano. Altrimenti gli avrei dato pacche sulla spalla per tutte il giorno :)

MilleOrienti ha detto...

Moisi ha fatto una fotografia perfetta della situazione.
Certo non tutta l'Asia è ancora in questa situazione di "speranza" ma quello è il sentimento dominante in molti Paesi come India, Cina, Vietnam, e finalmente anhe Birmania, dove pare che Aung San Suu Kiy potrà partecipare alle prossime elezioni.
La speranza è un sentimento che dovremmo reimparare a praticare anche noi, perché ci vuole coraggio per sperare nle futuro, e noi non dobbiamo farci mancare quel coraggio.
Ciao,
Marco

P.s. poi un giorno mi spiegherai perché vuoi dare pacche sulla spalla tutto il giorno a tuo suocero...:-)

sonia.namaste ha detto...

Ė molto semplice Marco: era in Piazza Montrcitorio quando il Caimano ė uscito di scena; distinto e serio con il suo cappello di lana e lo sguardo fiero dell'italiano stufo