venerdì 25 novembre 2011

River to River


2-8 dicembre 2011
Cinema Odeon
Piazza Strozzi 1, Firenze

Per gli appassionati di India segnalo il Festival River to River.
Ecco il programma.
Se non vado a Londra ci sarò


 VENERDI 2 DICEMBRE

20.30 Opening Film
Chaplin,  Anindo Bandopadhyay, bengali - sott. italiano e inglese, 138’, col. & b/n, 35 mm, India, 2011
Ispirato alla vita di Charlie Chaplin, il film trasporta lo spettatore in un’atmosfera magica, raccontando l’odissea di un uomo che nella lotta per la sopravvivenza quotidiana non abbandona mai il desiderio di diventare famoso grazie al suo talento di attore.
Dopo il film, incontro con l’attore Rudranil Ghosh.

 SABATO 3 DICEMBRE
11.30 Conversazione - ingresso libero
Ritorno agli elementi primi. Immagini di asceti e vita quotidiana in India.
Intervengono: Filippo Carli e Folco Terzani.
14.30
Rabindranath Tagore, Satyajit Ray,  inglese - sott. italiano, 53’, b/n, digibeta, India, 1961
Un ritratto poetico e commovente realizzato da Satyajit Ray sulla vita e le opere del celebre poeta, scrittore e filosofo Rabindranath Tagore, Premio Nobel per la Letteratura nel 1913.
15.30
Ghare Baire (The Home and the World), Satyajit Ray, bengali - sott. italiano e inglese, 138’, col., digibeta, India, 1984
Trasposizione cinematografica di un romanzo di Tagore, il film affronta due temi estremamente moderni: l’emancipazione femminile e i pericoli del nazionalismo esasperato. In concorso per la Palma d’Oro a Cannes nel 1984, vanta nel cast due attori del calibro di  Victor Banerjee e Soumitra Chatterjee.
18.30
Himself He cooks, Valerie Berteau e Philippe Witjes, senza dialoghi, 64’, col., digibeta, Belgio, 2011
Il tempio sikh di Amristar è frequentato tutti i giorni da decine di migliaia di fedeli che vi si recano per pregare. Per loro centinaia di volontari preparano ogni giorno tutti i pasti, in una coreografia di massa scandita dal ritmo della preparazione, in un circolo che sembra non fermarsi mai.
Dopo il film, incontro con i registi Valerie Berteau e Philippe Witjes.
21.00
Bol (Speak), Shoaib Mansoor, urdu e hindi - sott. italiano e inglese, 150’, col., 35 mm, Pakistan, 2011
Racconto appassionante e tristemente realistico di un padre pakistano che deve lottare ogni giorno per mantenere i suoi sei figli. La povertà però non è il problema più grave: le donne della famiglia dovranno fare i conti con violenza, intolleranza e pregiudizi ben più terribili…
Dopo il film, incontro con l’attrice Zaib Rehman.

DOMENICA 4 DICEMBRE
11.30 Conversazione - ingresso libero
Rabindranath Tagore tra innovazione e tradizione.
Coordina: Maria Grazia Beverini del Santo.
Intervengono: Sauro Albisani, Franca Bacchiega e Fabrizia Baldissera.
14.30
Khudito Pashan (Hungry Stones), Tapan Sinha, bengali - sott. italiano e inglese, 108’, b/n, digibeta, India, 1960
Basato su un racconto di Tagore, il film narra la storia  di un esattore delle tasse che si trasferisce in una casa infestata di fantasmi e si innamora di uno di essi.
17.00
Adda: Calcutta, Kolkata, Surjo Deb, bengali, inglese e hindi - sott. italiano e inglese, 52’, col., dvcam, India, 2011
Stravagante e intimo ritratto della città di Calcutta e dei suoi abitanti che amano parlare di tutto. Le conversazioni o adda non finiscono mai: agli angoli delle strade, nei caffè, nei mercati e nei salotti.
18.00
Short Films 1, 44’
Malal, Nayla Al Khaja, inglese - sott. italiano, 15’, col.,  dvd, India, 2010
Poshak (Facade), Iram Parveen Bilal, urdu e inglese - sott. italiano e inglese, 11’, col., hdcam, Usa, 2010
Prakriti, T. Surendra, animazione, marathi - sott. italiano e inglese, 11’, col., digibeta, India, 2010
The way it’s played, Shripriya Mahesh, inglese - sott. italiano, 7’, col., digibeta, Usa, 2011
Le esperienze possono cambiare la nostra vita? Accade a quattro donne diverse: la prima incontra un estraneo durante la luna di miele, la seconda ricerca il significato di un suo sogno, la terza decide di seguire il suo Dhamma e l’ultima si rende conto che l’amicizia non coincide affatto con l’interpretare un ruolo sociale.
19.00
Nataraja, Filippo Carli, senza dialoghi, 25’, col., blue ray, Italia, 2011
Immagini che riprendono le azioni quotidiane, quasi rituali, che sembrano disegnare un affresco di colori e spiritualità, portando sul grande schermo la danza e la gestualità che accompagnano la vita quotidiana di alcuni villaggi, nel costante tentativo di rimanere connessi con il mondo spirituale della natura.
Dopo il film, incontro con il regista Filippo Carli.
21.00
Zindagi Na Milegi Dobara, Zoya Akhtar, hindi e inglese - sott. italiano e inglese, 156’, col., 35 mm, India-Spagna, 2011
Campione di incassi al boxoffice indiano con un cast di giovani star di Bollywood, è un film on the road scoppiettante e divertente: una vacanza in Spagna di tre amici la quale cambierà le loro vite.


LUNEDI 5 DICEMBRE
18.00 Film degli studenti delle scuole di cinema FTII e Whistling Woods, 61’
Airawat, Renu Savant, hindi - sott. italiano e inglese, 11’, col., dv, India, 2011
Stranger on a train, Brayden Yoder, hindi - sott. italiano e inglese, 9’30’’, col., dv, India, 2011
Flying high, Sharofat Ahirwar, hindi - sott. italiano e inglese, 10’45’’, col., dv, India, 2011
Now playing, Ankita Sharma, hindi - sott. italiano e inglese, 10’, col., dv, India, 2011
Sanudra, Federico Del Monte, hindi - sott. italiano e inglese, 8’46’’, col., dvd, India, 2011
Gulmohar, Arati Kadav, hindi - sott. italiano e inglese, 10’45’’, col., dvd, India, 2011
19.00
Dreaming Taj Mahal, Nirmal Chander, urdu e hindi - sott. italiano e inglese, 51’, col., dvcam, India, 2010
Haidar, un tassista pakistano, ha un sogno: andare in India a visitare il Taj Mahal. Purtroppo a causa delle relazioni ostili tra India e Pakistan, la sua richiesta per il  visto difficilmente potrà avere esito positivo.
21.00
Elektra, Shyamaprasad, malayalam - sott. italiano e inglese, 123’, col., 35 mm, India, 2010
Ispirato all’antico mito greco, Elektra è un dramma psico-sensuale che affonda le sue radici in forze ancestrali. È un viaggio all’interno di una famiglia aristocratica del Kerala con legami deteriorati ed esplora la consistenza del desiderio e della perdita.

MARTEDI 6 DICEMBRE
17.30
Videokaaran, Kavalmaniyam Jagannathan, hindi e tamil - sott. italiano e inglese, 73’, col., dvd, India, 2010
Un documentario sulla complessa realtà degli appassionati di cinema in India. Molti di loro vivono ai margini della società e fanno lavori precari ma condividono una passione profonda per le immagini in movimento, le canzoni e le storie. E fruiscono del cinema in modo diverso fino al punto di rimontare un film in base ai gusti dello spettatore.
19.00
Next Year in Bombay, Jonas Pariente e Mathias Mangim, inglese e marathi - sott. italiano e inglese, 55’, col., minidv, Francia, 2010
Sharon e Sharona sono gli ultimi due educatori della comunità ebraica Bene Israel che si è stabilita in India duemila anni fa. Devono decidere se restare in India o trasferirsi in Israele per assicurare ai figli una vita più in armonia con la loro religione.
21.00
Snow, Rohan Fernando, inglese e tamil - sott. italiano e inglese, 90’, col., blue ray, Canada, 2011
In seguito alla catastrofe dello tsunami che spazza via la sua famiglia, Parvati lascia il piccolo villaggio dello Sri Lanka e si trasferisce dai parenti in Canada, dove inizia a lavorare come donna delle pulizie in un albergo. L’incontro con alcune persone le farà vedere la sua vita con una prospettiva completamente diversa.


MERCOLEDI 7 DICEMBRE
18.30
Short Films 2, 54’
Esha, Reza Dahya, inglese - sott. italiano, 14’, col., digibeta, Canada, 2011
How to lie to You Wife, Shankey Srinivasan, inglese - sott. italiano, 6’, col., dv, Usa, 2011
Prakata Het Yad, Milind Dhaimade, linguaggio senza senso, 20’, col., digibeta, India, 2011
The Return Address, Abi Varghese, inglese - sott. italiano, 14’, col., digibeta, Usa, 2010
Quanto siamo disposti a mentire nel corso della nostra vita? I due protagonisti di Esha lo fanno per un avere un nome occidentale, un uomo per nascondere il tradimento alla moglie, un’intera famiglia per vivere una vita fuori dagli schemi e il giovane assistente di un fotografo per giocare a fare cupido.
Dopo i film, incontro con il regista Milind Dhaimade.
19.30
La table aux chiens, Cédric Martinelli e Julien Touati, senza dialoghi, 40’, col., digibeta, Francia-India, 2010
La dura preparazione per diventare danzatori kathakhali viene raccontata senza parole, ma con immagini forti ed efficaci. Lo sforzo e la fatica a cui i ragazzi sono sottoposti svelano ciò che si nasconde dietro quelle esibizioni vive e piene di colori.
21.00
Gandu (Asshole), Q, bengali - sott. italiano e inglese, 86’, col. & b/n, hdcam, India, 2010
Gandu ha vent’anni. Odia la sua vita e sua madre e sfoga nel rap la rabbia, lo sporco e l’oscenità della propria esistenza. Con l’amico autista di rikshaw entra in un mondo di violenza, droghe e pornografia. Realtà, finzione, sogno e allucinazioni si confondono in un film unico e innovativo - proiettato all’ultima Berlinale - che rappresenta una parte dell’India di oggi.
Dopo il film, incontro con il regista Q.


GIOVEDI 8 DICEMBRE
11.30 - Film vincitore del premio del pubblico River to River 2010
I am, Onir, hindi - sott. italiano e inglese, 110’, col., dvd, India, 2010
In un mondo insensibile e scostante l’identità individuale viene spesso calpestata. Quattro storie diverse. Quattro storie incisive a struggenti.
14.30
Teen Kanya (Three Daughters), Satyajit Ray, bengali - sott. italiano e inglese, 168’, b/n, digibeta, India, 1961
Satyajit Ray ha adattato per il grande schermo tre racconti di Tagore (The Postmaster, Monihara e Samapti ) come tributo al poeta, in occasione del centenario della nascita nel 1961. I personaggi femminili sono centrali e il regista ci regala un ritratto indimenticabile delle loro vite ed emozioni.
17.30
Arranged Happiness, Daniela Dar-Creutz, inglese e kashmiri - sott. italiano e inglese, 90’, col. & b/n, digibeta, India-Germania-Usa, 2010
Il documentario segue tutto il percorso che un’intera famiglia indiana deve affrontare per il matrimonio di una delle figlie: dalla scelta del marito fino alla cerimonia stessa. Quello che i genitori ancora non sanno è che la regista, loro ospite, ha una relazione con il loro unico figlio maschio.
Dopo il film, incontro con la regista Daniela Dar-Creutz.
19.30 Film d’animazione
Anifest India 2011, senza dialoghi, 40’, col., dvd, India, 2011
I lavori più interessanti di AnifestIndia 2011, in collaborazione con The Animation Society of India.
20.30 Premiazione River to River Bitebay Audience Award e proiezione dei tre vincitori di Advantge India
21.00 Closing Film
Dhobi Ghat, Kiran Rao, hindi e inglese - sott. italiano e inglese, 95’, col., 35 mm, India, 2010
Il film, interpretato dall’attore-produttore Aamir Khan, si concentra sui rapporti tra quattro personaggi ed esplora la megalopoli di Mumbai dal loro punto di vista. Nella sua opera prima, la regista Kiran Rao offre un’esperienza emozionale della vita di una città, affiancando ricordi a temi universali

8 commenti:

Clara ha detto...

Bella la nuova linea del blog, stupenda quella foto. Bello e interessante il programma del River to River di quest'anno. Un bacione!

Silvia Merialdo ha detto...

Io ci sarò sabato e domenica, spero di vederti allora!

MilleOrienti ha detto...

Anzitutto complimenti per la nuova grafica del tuo blog.
Poi, a proposito di questo post: ho appena consegnato alla rivista Indoasiatica (università di Venezia) un articolo sull'influenza di Rabindranath tagore nella cinematografia di Satyajit Ray. Purtroppo ne ho parlato troppo tardi a Selvaggia Velo (la direttrice del Festival River to River) e così non ha fatto in tempo a inserirmi nel programma fra i relatori. Colpa Mia. Ma quando verrà pubblicato potrei metterlo sul blog per metterlo a disposizione di tutti.
Un caro saluto e complimenti ancora,
Marco

sonia.namaste ha detto...

Caro Marco,
Proprio ieri Selvaggia Vento mi ha mandato una mail. Credo che siano nella fase organizzativa finale. Leggero' e pubblichero' volentieri il tuo lavoro. Ultimamente TagoreUn torna in auge: tu, La Silvia e me. Si, perche' da poco mi sono procurata in rete la traduzione di Gora per un lavoro sul sincretismo che sto preparando.
Se non vado a Londra sono dei vostri.
Un caro abbraccio
Sonia

Elisa Chiodarelli ha detto...

ciao Sonia cara, io spero di esserci domenica 4, al RivertoRiver...
magari ci vediamo! (londra permettendo).
bacioni!

La Francese ha detto...

vorrei venirci anche io
speriamo che sia tutto propizio! ^_^
un saluta

maetta ha detto...

Uao Sonia!!! Quela foto di apertura blog è stupenda!!!! l'ha fatta Stefano?
Un bacione grande MARA

sonia.namaste ha detto...

oh yes. ma non ricodo in quale viaggio. besos